L'informatico di Schrödinger

cat
31Oct/10Off

Interludio introduttivo sulla programmazione ad Oggetti

Seppur forse anticipando un po' troppo la tabella di marcia ho deciso di affrontare sin da subito un tema abbastanza caldo: la programmazione ad oggetti.

Ovviamente questo articolo è pensato in modo da esplicare, o almeno tentare di rendere chiaro, in modo semplice l'idea generale che si nasconde dietro a tale modello di programmazione. Non avendo ancora fornito le basi sintattiche imperative del linguaggio questo argomento verrà presentato non tramite esempi strutturati tramite codice ma in modo discorsivo: successivamente, quando introdurremo gli oggetti e la sintassi per definirli ed interagire con essi riprenderemo il discorso dando un senso pratico a quello che qui viene riassunto.

Click to continue reading "Interludio introduttivo sulla programmazione ad Oggetti"

30Oct/10Off

Introduzione alla programmazione in Java – “Hello World”

Duke, the Java Mascot, in the waving pose. Duk...
Image via Wikipedia

Eccoci arrivati.

Prima o poi capita che qualcuno ti chieda informazioni su linguaggi di programmazione e che questo ti faccia passar per la testa di scrivere qualche articoletto introduttivo.

Ovviamente non è un compito facile introdurre all' "Arte" della programmazione, soprattutto non è facile farlo senza trasmettere i propri fisiologici approcci personali all'argomento. Bene un tentativo vale farlo in ogni caso.

Ho deciso di prendere come linguaggio di base Java: questa scelta non è casuale ovviamente. Java è un linguaggio che si presta bene ad un approccio didattico: non presenta la complessità intrinseca di C e C++, è uno dei linguaggi più utilizzati da ormai una decina d'anni, è molto versatile e multi piattaforma (ma ci torneremo con calma..). Se i motivi che ho portato non bastassero è sufficiente aggiungere che questi articoli introduttivi (sulla cui cadenza non posso assicurare alcun tipo di periodicità) sono diretti a ragazzi delle scuole superiori che, grazie ai "fenomenali" programmi ministeriali di informatica, ancora nel 2010 si trovano a dover fare conti con linguaggi decisamente datati (Pascal) o altri "oggetti" che definir "linguaggi di programmazione" causa a chi ha un minimo di senso critico uno sfogo cutaneo di proporzioni epiche (qualcuno ha detto VB?).

Allora iniziamo senza indugi a farci un quadro generale di ciò che andremo piano piano a analizzare.

Click to continue reading "Introduzione alla programmazione in Java – “Hello World”"